06 Maggio 2024

Raddoppio ferroviario Piadena-Mantova: sono partiti ufficialmente i lavori affidati alla Consortile La Bozzoliana scarl

Raddoppio ferroviario Piadena-Mantova: sono partiti ufficialmente i lavori affidati alla Consortile La Bozzoliana scarl composta da Impresa Pizzarotti & C. S.p.A. in qualità di capofila, Saipem e Icm con Salcef.

Il progetto di questo primo lotto, che prevede la realizzazione della linea a doppio binario, dei relativi impianti tecnologici e di trazione elettrica, oltre alla riqualificazione delle stazioni e dei PRG di Piadena, Bozzolo e Marcaria, della fermata di Castellucchio e del PRG di Mantova, rientra nel più ampio progetto di Raddoppio della linea Codogno-Cremona-Mantova.

Obiettivo primario del progetto che rientra nel Programma Regionale Mobilità e Trasporti, incrementare il flusso ferroviario tra Milano e Mantova.

Tra i primi lavori, il piazzamento delle recinzioni, la risoluzione delle interferenze con pubblici servizi, il completamento dei sondaggi ambientali e geologici, la bonifica di ordigni bellici e a seguire la demolizione e il rifacimento del viadotto sul fiume Oglio.

Già da qualche settimana sono iniziati i lavori per la realizzazione del campo base e del quartier generale. Tutta l’area avrà una superficie di 36.400 metri quadrati e ospiterà: guardiania, infermeria, spogliatoi, uffici, mensa, dormitori bipiano, lavanderia, un magazzino, uno spazio espositivo, una sala relax/ritrovo. Una sorta di cittadella, in prefabbricati industriali, che resterà attiva per tutta la durata dell’opera.

A partire da questa settimana invece, inizieranno invece le ispezioni con georadar per individuare la posizione esatta in cui si trova la storica locomotiva inabissatasi nell’Oglio durante la Seconda guerra mondiale, in seguito al bombardamento del ponte. Il locomotore verrà recuperato per consentire poi il rifacimento del viadotto sul fiume.

Visita la nostra pagina aziendale LinkedIn